Come usare Zapier per automatizzare le tue azioni online

0
(0)
Davide Cirillo
Davide Cirillo

Esperto certificato
Google ADS

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
come usare zapier
Tabella dei Contenuti

Desideri sapere come usare Zapier? Imparare a utilizzare quest’applicazione ti permetterà di automatizzare molti passaggi e di risparmiare così tempo prezioso. Questa guida completa ti darà tutte le informazioni per capire come funziona Zapier e ti spiegherà come usarlo, le sue caratteristiche e i benefici derivanti dal suo utilizzo.

Come usare Zapier

Questo utile strumento ti renderà più facile automatizzare le tue azioni di marketing. Se credi che sia troppo complicato, non ti devi preoccupare! Questo strumento di automazione è alla portata di tutti, e non devi essere un esperto o un programmatore per saperlo utilizzare. Leggi i miei consigli e scopri come iniziare a usarlo per risparmiare tempo e migliorare al tempo stesso la qualità del tuo sito web.

Zapier: che cos’è?

Grazie a quest’applicazione è possibile creare centinaia di integrazioni tra strumenti e software in modo molto semplice. Solitamente, sfruttare entrambe le funzionalità di due o più strumenti risulta abbastanza complicato e necessita di una certa conoscenza dei linguaggi di programmazione. Utilizzando quest’app, creare queste integrazioni diventa molto più semplice e non avrai bisogno di utilizzare codici.

In poche parole, Zapier lavora al posto tuo e ti permette di risparmiare molto tempo. Grazie a questo prezioso strumento di automazione, non avrai bisogno dell’aiuto di un programmatore e potrai far comunicare diversi strumenti tra loro in modo semplice e veloce. Con quest’app, potrai creare i famosi Zap. Scopriamo insieme cosa sono e come li puoi creare.

Cosa sono gli Zap?

Il termine “Zap” si riferisce a una singola integrazione, formata da un trigger (fattore scatenante) e da un’azione (conseguenza del trigger). Facciamo un esempio per capire meglio il concetto. Puoi creare un’integrazione tra WordPress (trigger) e Facebook (azione).

In questo caso, ogni volta che pubblichi un nuovo post su WordPress, di conseguenza viene pubblicato automaticamente anche sulla pagina Facebook. Questa integrazione viene chiamata Zap. Grazie a questo strumento, potrai creare più di 1000 integrazioni come quella che abbiamo appena visto.

Come creare uno Zap

Ora che abbiamo visto cosa sono gli Zap, scopriamo insieme quali sono i passaggi da seguire per realizzarli. Inizialmente, hai bisogno di creare il tuo account Zapier. Per cominciare, la cosa migliore è creare un account gratuito. Ovviamente, gli account gratuiti permettono di creare un numero limitato di integrazioni e di gestire meno azioni.

Tuttavia, utilizzando la funzionalità base di quest’app potrai creare il tuo account gratuito che include 5 Zap e 100 azioni mensili. Successivamente, potrai orientarti verso i piani a pagamento che includono un numero superiore di Zap e di azioni mensili.

Una volta che hai realizzato il tuo account, segui tutti i passaggi che ti elenco qui sotto. In questo caso vedremo come aggiungere automaticamente un lead che riceviamo da una campagna Facebook a una lista Mailchimp.

Ecco tutti i passaggi che devi seguire per creare il tuo primo Zap:

  • Fai click su “Make a Zap!” in alto a destra.
  • Scegli il trigger (causa scatenante), ad esempio Facebook.
  • Seleziona l’evento trigger che desideri tra le opzioni presenti, ad esempio “New Lead” da Facebook.
  • Connetti il tuo account (in questo caso Facebook). Tutte le volte che connetti un account, fai un test per verificare che tutto funzioni bene.
  • Presta attenzione a compilare correttamente le “Edit Options”.
  • Fai click sul bottone “Add an Action Step” e scegli lo strumento che dovrà eseguire l’azione in conseguenza al trigger.
  • Scegli l’azione tra le opzioni che offre lo strumento (nel nostro caso Mailchimp).
  • Connetti il tuo account personale Mailchimp come hai fatto prima con Facebook.
  • Compila correttamente il Set-Up Template.
  • Testa il tuo Zap per assicurarti che tutto funzioni bene.
  • Ora che hai creato la tua prima integrazione, puoi cliccare sul bottone ON in alto a destra per attivare il tuo Zap.

Perché usare Zapier?

Ci sono molti buoni motivi per decidere di iniziare a usare questa applicazione. Come abbiamo visto, permette di risparmiare tempo ed energie che si possono dedicare ad altre attività importanti. Inoltre, è facile da utilizzare e non bisogna essere degli esperti per imparare a creare e utilizzare gli Zap.

Zapier si integra con oltre 1500 app e offre molti materiali per aiutarti a imparare come avvalerti di tutte le sue potenzialità. Inoltre, è connesso a diversi strumenti per il business e offre numerose opzioni in termini di azioni e di trigger. Consente anche di personalizzare l’automazione velocemente dall’app.

Permette di creare multi-step zap per eseguire numerose azioni e realizzare strategie avanzate. Per concludere, in questo articolo abbiamo visto le caratteristiche di questo strumento e i benefici derivanti dal suo utilizzo. Imparare a usarlo è davvero semplice, e seguendo i consigli di questo articolo puoi iniziare anche tu a creare i tuoi primi Zap.

Se pensavi che integrare due applicazioni fosse troppo complicato, oggi hai scoperto come puoi farlo in modo facile e veloce. Ora sai che hai a portata di mano uno strumento che ti farà risparmiare tanto tempo ed energie!

 

Libri consigliati sull’argomento

Quanto ti è stato utile il mio post?

Clicca su una stella per votarlo!

Valutazione 0 / 5. Voti: 0

Nessun voto. Vota per primo!

Mi dispiace che questo post non ti sia stato utile!

Dammi un parere.

Come posso migliorare il post secondo te?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi sui social
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su google
Google+
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Altri articoli

Benvenuto nel mio blog!