Pasta termica cpu – Come sostituirla?

Dopo diverso tempo che il tuo personal computer lavora in modo più o meno regolare, chi più chi meno, accumula polvere all’interno del case. Questo si va a depositare sulle ventole e sui dissipatori interni al personal computer e ostruisce il passaggio dell’aria. Oltre a questo, induce l’indurimento della pasta termica della cpu che si trova tra il dissipatore e il processore, la quale ha il compito di isolare il calore del dissipatore affinché non scaldi ulteriormente il processore. Questo potrebbe risultare in inspiegabili riavvii o blocchi del nostro personal computer.

E’ bene pulire il personal computer dalla polvere con un compressore 1 volta al mese. Cambiare la pasta è un lavoro che possiamo fare più raramente, ma allo stesso tempo è anche un operazione più delicata. In questa guida spiegherò come sostituire proprio la pasta termica della cpu del tuo personal computer.

Cosa ti serve per sostituire la pasta termica della cpu

Pasta termica per cpu

Per effettuare l’operazione di sostituzione della pasta hai bisogno delle seguenti cose:

  • Tubetto di pasta siliconica per processori (reperibile in un qualsiasi negozio di informatica)
  • Cacciaviti di varie dimensioni a croce e spaccati (torks in rari casi)
  • Compressore (per togliere la polvere)
  • Bracciale anti-statico (per non danneggiare la motherboard o soprattutto la ram)

Il bracciale anti-statico è una sicurezza che sarebbe bene applicare. Basta mettersi il bracciale al polso della mano che useremo per toccare i componenti del personal computer e collegare il morsetto al case del pc.
In alternativa puoi toccare spesso una superficie metallica, tipo un termosifone o il case stessto del pc, prima di toccare componenti elettronici specialmente motherboard e ram che sono le più sensibili alle scariche elettrostatiche.

Inizia l’operazione

Prepara il computer

Scollega completamente il computer da tutti i cavi (usb, ps2, rj45) in particolare l’alimentazione, oltre a scollegare il cavo, se l’alimentatore è dotato di bottone 0/1 posizionalo su 0. Dopodiché tieni premuto il tasto di accensione per 15-20 secondi, questo scaricherà tutta la tensione residua all’interno dei componenti elettronici della scheda madre, come ad esempio i condensatori.

Riponi il personal computer su di un tavolo, ben illuminato e non a contatto con parti metalliche. Posizionalo sdraiato sul fianco sinistro lasciando così il lato apribile verso l’alto di modo che l’interno del personal computer sia accessibile facilmente.

Svita le due viti posteriori che bloccano il pannello laterale del personal computer e sgancialo dal case tirando verso la parte posteriore del pc. Se vuoi spolverare devi aprire anche il pannello opposto per permettere alla polvere di uscire grazie al getto d’aria del compressore.

Pulisci il dissipatore

A questo punto hai accesso alle parti interne del personal computer, individua il dissipatore del processore e scollega l’alimentazione della ventola. Il dissipatore ha anche dei ganci che lo ancorano alla motherboard. Molti ganci sono a vite altri sono a clip altri ancora sono a pressione; individua che tipologia di ancoraggio ha il dissipatore o fai riferimento alla documentazione ufficiale della casa del processore e sgancia il dissipatore dalla motherboard.

Dissipatori senza pasta termica cpu

Noterai che, sulla superficie sottostante il dissipatore, la pasta termica della cpu è diventata dura o addirittura secca e compatta come del silicone indurito. Rimuovi la pasta termica dal dissipatore aiutandoti con un panno pulito, bagnato con dell’alcool o del solvente molto blando, dopodiché asciuga con un panno pulito.

Ora devi rimuovere la pasta termica dalla cpu. Questa è un operazione piuttosto delicata in quanto vai a maneggiare un componente importantissimo e sei molto vicini ad altri microcomponenti sulla motherboard.

EFFETTUA QUESTA OPERAZIONE SOLO SE SEI CERTO DI POTER RIUSCIRE, IN CASO DI DUBBI RICHIUDI E AFFIDATI AD UN ESPERTO.

Sostituisci la pasta termica sulla cpu

Per rimuovere la pasta termica dalla cpu devi rimuovere la cpu dal suo alloggiamento nella motherboard (socket). Per far questo, come per il dissipatore, ci sono vari metodi in base a che processore hai. Generalmente hanno delle asticelle da sollevare per liberare la cpu dai fermi che la tengono ancorata alla motherboard. Fai comunque riferimento alla documentazione ufficiale della casa costruttrice della tua cpu o della motherboard. Se il pc è un marchiato fai riferimento alla documentazione della casa del marchio (HP, Dell, ecc.).

Una volta liberata la cpu dal socket sollevala delicatamente e rimuovi la pasta termica secca dalla superfice della cpu. Anche in quest’occasione usa un panno pulito bagnato da alcohol o solvente poco aggressivo, per la rimozione della pasta termica dalla cpu. Fai attenzione, alcune cpu vecchie hanno dei piedini al di sotto della cpu stessa e non sulla motherboard come accade per quelle più recenti. In ogni caso fai attenzione sia a non danneggiare la cpu sia a non danneggiare la motherboard.

Riponi poi la cpu nel suo socket, bloccala con il suo meccanismo di ancoraggio e prendi il tubetto di pasta termica e spremine circa un terzo (tubetto piccolo) sulla cpu. Riposiziona poi il dissipatore sopra la cpu e bloccalo tramite il suo sistema di ancoraggio alla motherboard che facendo pressione sulla cpu spalmerà la pasta termica sulla superficie, facendola così agire da isolante per l’intera cpu.

Note conclusive

La quantità di pasta non deve essere eccessiva ne troppo poca, per evitare che l’isolamento non sia ne troppo ne troppo poco. Tieni in mente che la pasta poi dovrà spalmarsi per tutta o quasi tutta la superfice della cpu tramite la pressione che eserciterà il dissipatore bloccato su di essa tramite il suo sistema di ancoraggio alla motherboard.

NB: Le paste termiche di colore grigio, contenenti argento, hanno anche la proprietà di condurre elettricità. Quindi fai attenzione che non cada qualche goccia vicino al socket, mettendo così in contatto due o più componenti della motherboard e generando così un corto.

Pasta termica su cpu

Pasta termica della cpu sostituita! Richiudi e testa

Fatto questo ricollega i cavi interni al personal computer che avevi scollegato come l’alimentazione della ventola del dissipatore e altri cavi se li hai scollegati, magari perché ostruivano la visuale o il passaggio delle mani. Richiudi poi i pannelli del personal computer e avvitali. Ricollega i cavi posteriori lasciando l’alimentazione sempre per ultima e riposiziona (se presente) il tasto 0/1 dell’alimentatore su 1.

Ora puoi riaccendere il personal computer ed usarlo come di consueto, le problematiche relative ad alte temperature e/o ventole rumorose dovrebbero sparire.

Puoi tenere per qualche giorno sotto controllo le temperature con programmi di controllo termico gratuiti, come ad esempio SpeedFan.

Fatto questo hai terminato la sostituzione della pasta termica della cpu.

 

Buon lavoro.