Spotify denuncia Apple per concorrenza sleale

Spotify denuncia Apple: indagine ufficiale UE

L’UE si sta preparando a lanciare un’indagine antitrust formale nei confronti di Apple in seguito al reclamo ufficiale di Spotify.

Daniel Ek sostiene che l’azienda della Mela utilizzi l’App Store per soffocare l’innovazione e limitare la scelta del consumatore in favore del proprio servizio Apple Music. A seguito della denuncia di Spotify a marzo, l’UE ha intervistato clienti, rivali e altri prima di decidere di avviare un’indagine formale “nelle prossime settimane”, riferisce il Financial Times.

Il CEO di Spotify, Daniel Ek, è particolarmente interessato alla “tassa Apple”. Con questa mossa l’azienda della mela,  ha tagliato il 30% su ogni abbonamento Spotify sottoscritto tramite l’App Store durante il primo anno e successivamente il 15% ogni anno. “Se paghiamo questa tassa, ci obbligherebbe a gonfiare artificialmente il prezzo del nostro abbonamento Premium ben al di sopra del prezzo di Apple Music”, ha dichiarato Ek in un post sul blog di marzo. Viceversa, non pagando i risultati fiscali in “una serie di restrizioni tecniche e limitanti l’esperienza su Spotify”, si lamenta Ek, come limitare le comunicazioni con i clienti Spotify. La denuncia di Spotify afferma che Apple indirizza ingiustamente gli abbonamenti musicali con la tassa, ma non le app come Uber o Deliveroo, ad esempio.

Ek ha inoltre accusato Apple di aver impedito a Spotify di implementare “aggiornamenti per migliorare l’esperienza”. Questi riguardano Siri, HomePod e Apple Watch a vantaggio di Apple Music.

“Spotify non sarebbe il business che è oggi senza l’ecosistema di App Store”, ha detto Apple in risposta. “Apple collega Spotify ai nostri utenti. Forniamo la piattaforma con cui gli utenti scaricano e aggiornano la loro app. Condividiamo strumenti di sviluppo software critici per supportare la creazione di app di Spotify. E abbiamo creato un sistema di pagamento sicuro, non una piccola impresa, che consente agli utenti di avere fiducia nelle transazioni in-app. Spotify sta chiedendo di mantenere tutti questi vantaggi pur mantenendo il 100% delle entrate. ”

L’indagine richiederà probabilmente anni per essere risolta. Se si scoprisse che Apple ha agito illegalmente, l’UE potrebbe multare la società fino al 10% delle sue entrate globali.

 

Rimani aggiornato sulle nostre news.